Lifestyle Hack

I 7 migliori consigli per risparmiare batteria sullo Smartphone

risparmiare batteria smartphone

Chi può fare a meno dello smartphone ormai?

Le statistiche parlano chiaro: gli italiani sono tra i maggiori fruitori (e dipendenti!) da questo piccolo dispositivo utile per tante cose, poiché ci fa da computer, da agenda, da promemoria, da telefono, da fotocamera, da navigatore ed altro ancora.

Insomma, rinunciare allo smartphone è un’impresa praticamente impossibile e per questo ce lo portiamo dietro ovunque.
La pecca? La batteria.

batteria scarica smartphone

In molti casi arrivare a fine giornata è un impresa molto difficile.

Purtroppo le batterie odierne degli smartphone sono tutt’altro che inesauribili e banalmente,più il dispositivo viene usato, più essa si consuma, un aspetto che potrebbe diventare un problema in alcune circostanze, ad esempio quando ci troviamo fuori casa e non abbiamo con noi il caricabatterie o se siamo in una zona che non conosciamo e ci serve il navigatore, ma vediamo un pericoloso 10% residuo sullo schermo.

Ma è possibile far durare di più la batteria?

Sì, con qualche piccolo trucco è probabile che si riesca ad arrivare a fine giornata con un po’ di carica: ecco qualche suggerimento su come risparmiare la  batteria dello smartphone.

1. APPLICAZIONE DI FACEBOOK

app smartphone

Eliminare l’applicazione di Facebook fa risparmiare fino al 15% di batteria su iPhone 6s e addirittura fino al 20% su uno smartphone che utilizza Android: mica poco, no?
E’ vero, Facebook è uno dei social più amati e questa può sembrare una rinuncia pesante, ma non credi che ne valga la pena se vuoi “salvare” la batteria?

L’uso di Facebook sul browser Google Chrome, Safari e Firefox invece, non dà problemi: le funzionalità sono all’incirca le stesse dell’ app.

Altro consiglio è di verificare dalle impostazioni del tuo smartphone, nella sezione dedicata alla batteria quali app consumano normalmente più batteria e cercarne di equivalenti o rimuoverle se non le utilizzi.

2. GPS E BLUETOOTH

gps smartphone

Non dimenticare acceso il Bluetooth ed il Gps  accesi (capita spesso!), magari dopo che ti è servito in auto per  o per sentire la musica, perché fa consumare inutilmente la batteria.
In special modo il GPS è un vero “succhiabatterie“. Spegnilo quando non lo usi.

3. LUMINOSITA’ DELLO SCHERMO

Sembra una cosa banale e invece, in riferimento alla durata della batteria, non lo è affatto: un alto livello di luminosità dello schermo non solo non serve a nulla, ma dà anche fastidio agli occhi.
Aggiungi che la batteria si consuma più in fretta e il gioco è fatto.
Cosa fare?
Utilizza l’auto-brightness, che regola l’intensità della luminosità dello schermo automaticamente, oppure diminuisci direttamente tu stesso manualmente la luminosità.

4. NOTIFICHE

notifiche smartphone

Sei anche tu un “fissato” delle notifiche?
Beh, allora sei in buona compagnia poiché la maggioranza degli italiani ha il tuo stesso “vizio“.
Ricorda però che le notifiche continue fanno sprecare batteria, quindi ti conviene attivarle solo se e quando sono davvero utili.

Ciò vale anche per la localizzazione e il controllo delle mail: scegli tu la frequenza con cui vuoi essere aggiornato sulla posta in arrivo, ma tieni presente che se ciò avviene troppo spesso il dispendio di energia è notevole.

5. APP CHE NON USI

Tutte le app che scarichi e non usi in molti casi lavorano comunque in background facendoti consumare energia inutile. Disinstallale, in questo modo libererai spazio e risparmierai sulla batteria.

6. VIBRAZIONE

Mantenerla attiva consuma molto la Batteria del tuo smartphone, preferisci, quando possibile, la suoneria o la modalità silenziosa.

7. MODALITA’ DI RISPARMIO ENERGETICOrisparmio energetico smartphone

La Apple, dal 2014, con l’introduzione del sistema operativo iOS 8, ha messo a punto una sezione che serve proprio a controllare meglio il consumo energetico indicando quali sono le applicazioni che utilizzano più energia: visualizzala facendo clic su “batteria”.

La Lower Power Mode del nuovo sistema operativo iOS 9 di Apple, è una funzione di risparmio energetico che consente una durata di tre ore in più della batteria; quando quest’ultima scende al di sotto 20%, lo smartphone chiede se si intende passare ad essa.

La modalità prevista da Android invece, si attiva su richiesta accedendo alla sezione impostazioni; limitando alcune funzioni (vibrazione, colori, aggiornamenti ecc…), essa permette di allungare in maniera considerevole la carica della batteria.

CONSIGLIO BONUS:

Quando non usi il cellulare perchè sei ad una riunione, ad un appuntamento o semplicemente non vuoi essere disturbato imposta direttamente la modalità aereo, ti permetterà un notevole consumo in quanto lo smartphone non si collegherà alla rete mobile e non riceverai notifiche, inoltre le radiazioni che il telefono emette in questo stato saranno notevolmente inferiori.

Lascia un commento

diciannove + 14 =

Questo sito fa uso di cookies per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando su “accetta cookie” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito o disabilitarli. Abilitando i cookie ci aiuti ad offrirti una migliore esperienza di navigazione. Cookie policy